Agility Dog


Nasce in Inghilterra nel 1978 quando due organizzatori di un concorso ippico, per riempire gli intervalli tra le gare hanno improvvisato un percorso ad ostacoli per cani, entusiasmando il pubblico presente.

In Italia approda nei primi anni 90.

Si tratta di una prova ad ostacoli ispirata al concorso ippico, con ostacoli adattati ai cani, dove non ci sono solo salti, ma anche ostacoli di diversa composizione.

Gli ostacoli vengono posizionati ogni volta a formare un percorso sempre diverso e di varie difficoltà di esecuzione.

In una gara ufficiale il Giudice, dopo aver posizionato gli ostacoli, calcola il tempo entro il quale il cane deve terminare il percorso, prima però i conduttori (senza cane) hanno alcuni minuti per entrare nel ring e memorizzare la sequenza degli ostacoli.

La vera natura dell’Agility Dog oltre alla spettacolarità, comporta il grande affiatamento che ci deve essere tra conduttore e cane.

L’Agility Dog può esser praticata da tutti i cani, con pedigree e non (meticci), e da tutte le persone (uomini e donne) di tutte le età.

Rimane comunque un’attività cinofilo/sportiva dove non si improvvisa la preparazione, ma con tecniche adeguate si insegna al cane come superare i vari ostacoli e al conduttore (la parte più difficile per l’istruttore) a muoversi tra gli ostacoli.

Al di là della partecipazione a gare l’Agility Dog è un’attività divertente che si può praticare anche solo per hobby.

agility

Gli ostacoli devono rispettare gli standard ufficiali della F.C.I. e sono:

Agility2

  • SALTI, BARRIERE, MURI, GOMMA E SALTO IN LUNGO
  • IL TUNNEL RIGIDO E MORBIDO
  • LO SLALOM
  • LA PASSERELLA, LA PALIZZATA, LA BASCULA

Questi ultimi detti anche zone di contatto, hanno la particolarità di avere la parte iniziale e finale colorati modo diverso, appunto la zona di contatto, dove il cane per superarli senza penalità deve toccarle almeno con una zampa.

Buon divertimento.

agility3